E’ l’energia di ionizzazione la forza che applicata sull’acqua potabile di casa ci perette di avere un liquido più leggero da bere. Vediamo di cosa si tratta e quali sono i vantaggi che derivano dalla sua applicazione.


Semplificare per comprendere

Quando i nostri operatori verranno a installare il vostro nuovo impianto di ionizzazione dell’acqua con l’attenzione per il particolare e la cura che da sempre li contraddistingue, molti di voi saranno colti da improvvise curiosità riguardanti il funzionamento del dispositivo che vi verrà installato per ottenere l’acqua ionizzata tanto agognata. Ed una di esse con molta probabilità sarà legata all’energia di ionizzazione e di come la stessa è correlata all’acqua. Inutile dirvi che si tratta di un concetto prettamente chimico. Tenteremo di renderlo il più possibile semplice affinché possa essere compreso da tutti.

Entrando nel particolare

L’energia di ionizzazione indica l’energia necessaria per far perdere a un atomo o una molecola libera un elettrone nel vuoto. Essa quindi è una “unità di misura” della forza di legame che intercorre tra le molecole (o gli atomi) e l’elettrone nelle molecole.  E rappresenta la base del processo di ionizzazione che effettuiamo per ottenere dell’acqua alcalina ottima da bere. L’intero processo di elettrolisi infatti consiste proprio nella divisione degli elettroni dagli atomi di idrogeno  e le stesse acqua basiche e acide sono dei liquidi fortemente caratterizzati dalla presenza o dall’assenza di queste cariche elettriche.


I principi applicati ai moderni sistemi

Detto in questo modo può sembrare decisamente troppo tecnico. Vi basterà sapere che sarà il vostro nuovo impianto a gestire il problema della giusta energia di ionizzazione per ottenere la vostra acqua alcalina e che voi dovrete semplicemente dar modo a nostri operatori di procedere all’installazione in corrispondenza delle fonte di acqua che più vi aggrada. L’assunzione di acqua alcalina è comparabile in benefici a quelli di antiossidanti potenti e pieni di benefici e come la vitamina C. E’ importante però  sottolineare anche la necessità di una adeguata manutenzione del vostro impianto. Esso è dotato di filtri chiamati a depurare l’acqua prima dell’elettrolisi. E’ necessario che gli stessi vengano rimossi quando ormai usurati. Non preoccupatevi: sarà il vostro stesso impianto ad avvertirvi della necessità.

 

 

 

This entry was posted on Tuesday, June 19th, 2012 at 12:18 pm and is filed under Approfondimenti. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.